Pubblicato il 19-10-2022

CREATIVA IMPERTINENZA

Lc 18,1-8 - Domenica 16 ottobre

In fondo ce l’avevi in casa una così.

Quante volte l’avrai sperimentato sulla tua pelle, quotidianamente respirato.

Forse anche interiorizzato.

Le donne, le ragazze del tuo villaggio erano questo:

possesso altrui, diritto di proprietà, strumento di riproduzione.

Benedetto se nasceva un maschio.

Maledetto se arrivava una femmina.

E dopo la dipartita di Giuseppe, tua madre, la vedova appunto, sarà divenuta strumento di nessuno, recipiente infecondo e incustodito, maledizione fatta donna.

Nulla assoluto.

Eppure.

Eppure un giorno, in un angolo di Galilea, ti imbatti in una di queste donne inutili, senza custode, che bussa alla porta di un giudice.

Uno inavvicinabile, non timorato e irrispettoso verso tutti.

Uno con cui non si tratta.

Ma lei, la vedova, ogni giorno sta lì a bussare a quella porta, a elemosinare giustizia. A trattare.

Ecco, io sto alla porta e busso, sembra dirci.

E l’inavvicinabile lentamente si rende prossimo, vicino.

Avvicinabile.

Solo per scocciature.

Perché non venga continuamente a rompermi la testa, sta scritto. Per scansarmi quel piccolo insignificante sassolino dal sandalo, un nonnulla che da fastidio finché non è tolto di mezzo.

Ma Dio, si sa, è così: creativo e impertinente, pur di stanarci.

Così è la preghiera, avrai pensato e imparato:

paziente e ostinata.

Creativa e impertinente.

Concreta e insistente.

Muta e devastante.

Nel tempo ma senza tempo.

Così ci suggerisci.

Che belle, "inutili", donne queste tre:

tua madre, l’altra e la preghiera.

Che ribaltano il tuo sguardo sulle ragazze d’Israele, che fanno breccia nel cuore di un giudice disonesto.

Che frantumano e ridefiniscono la nostra idea di Dio:

femminile, concreto, ostinato.

Umano.

S.N.

Pubblicato il 15-07-2020

Il video degli incontri

Ecco il video di presentazione delle serate in cui ho sentito forte il desiderio e la responsabilità di potere restituire e raccogliere nei volti delle persone la bellezza e la cura. Così sono nati gli incontri e le narrazioni artistiche!

Per chi volesse ospitare un incontro ecco tutti i miei CONTATTI